Monte Nero

 Altitudine Monte Nero: 2048 m.s.l.m   –   Anno di formazione: 1646.

Il cono si è formato a seguito dell’eruzione del 1646/47 le cui colate laviche arrivarono fino a Randazzo e Linguaglossa.  Durante l’eruzione da novembre 1646 a gennaio 1647 furono emessi 190 milioni di metri cubi di lava.

L’origine del nome deriva dal colore nero delle scorie vulcaniche, reso ancora più visibile dall’assenza di vegetazione alle sue pendici.

Alla base del cono è visibile la frattura eruttiva del 1923, caratterizzata da diversi pozzi come l’abisso di monte nero.

Raggiungibile dalla stazione turistica di Piano Provenzana, è localizzato nell’area del “Rift di Nord-Est”, una delle zone più fratturate del vulcano. Lungo la fascia del “Rift di Nord-Est” è possibile trovare diverse fratture eruttive e numerosi coni avventizi come Monte Pizzillo, Monte Nero, Monte Frumento, Monte Cacciatore, Monte Timpa Rossa,  i crateri Umberto e Margherita e molti altri.