Le Gole dell’Alcantara: natura da…brividi!

Le Gole dell’Alcantara: natura da…brividi!

Michela Costa – Per rinfrescarsi dal caldo afoso di queste torride giornate estive siciliane non c’è niente di meglio che un tuffo tra le acque gelide del Fiume Alcantara. Luglio e Agosto, infatti, sono i mesi ideali per visitare il Parco Naturale Botanico e Geologico delle Gole dell’Alcantara, meta famosa in tutto il mondo per l’unicità del suo paesaggio intimamente legato alla storia dell’Etna.

Le sue acque,incredibilmente fredde, mettono a dura prova anche i bagnanti più coraggiosi. Perché non approfittare, quindi, della calura estiva per cercare refrigerio in questo meraviglioso angolo di paradiso? Qui, tra splendide formazioni basaltiche, strette pareti laviche, bellissime cascate e una rigogliosa natura incontaminata si può trascorrere un’intera giornata in assoluto relax tra un pic-nic e una passeggiata. Gli amanti degli sport estremi potranno cimentarsi in percorsi di canyoning, river climbing e body rafting in compagnia delle guide di Etna Discovery, dei veri esperti dell’avventura –  www.etnadiscovery.it.

La visita alle Gole dell’Alcantara è consigliabile tra maggio e settembre, quando l’acqua è più bassa e il percorso meno impegnativo. All’ingresso sono forniti stivali alti che permettono di non bagnarsi ma in ogni caso in diversi punti del percorso il livello dell’acqua raggiunge la vita e si devono attraversare interi pezzi del tragitto a nuoto.

Per informazioni: www.parcoalcantara.it.

 


Tags assigned to this article:
news

Related Articles

Eruzione Etna 2018 – Recap

A cura di Marco Di Marco. Dense colonne di cenere alte diversi km, fontane di lava, un sistema di fessure

Etna: nuova attività eruttiva 30 maggio 2019

Alle 5.37 di oggi, 30 maggio 2019, le reti di monitoraggio dell’Istituto di Geofisica e Vulcanologia di Catania, hanno rilevato la presenza di una colata lavica in area sommitale.

Parossismo del 23/02/2021

Nella notte tra il 22 e il 23 Febbraio il Cratere di Sudest ha prodotto il quinto parossismo eruttivo in 6 giorni, il nono dal 14 Dicembre 2020.
L’attività si è sviluppata seguendo lo stesso andamento dei precedenti, con esplosioni stromboliane che crescendo rapidamente in intensità e frequenza, si sono evolute rapidamente in alte fontane di lava che hanno raggiunto, e in alcuni momenti forse superato, il chilometro di altezza.

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Write a Comment